Parrocchia dello SPIRITO SANTO MODENA

Parrocchia dello SPIRITO SANTO Modena
ISTAURARE OMNIA IN CHRISTO (Ef.1,10)
Ricondurre al Cristo, unico capo, tutte le cose. Era il motto di S.PIO X che questo sito fa proprio.  
Vai ai contenuti
NEWS
Se vuoi fare una donazione, sempre gradita, per aiutare la Parrocchia
QUESTO è L'iban IT 79F 05034 12907 000000000900
A cura della Diocesi ci sarà on-line, un corso sui fondamenti della Fede.
Di seguito trovi il programma e le modalità di iscrizione, gli incontri si svolgeranno il Lunedì sera.
IL 2021 E' IL QUARANTESIMO E TRAGICO ANNIVERSARIO DELLA LEGGE SUL DIVORZIO. DOPO DI ESSA, A  CASCATA, SI SONO AGGIUNTE ALTRE LEGGI TUTTE SCHIAVE DEL RELATIVISMO ED IMMEMORI DELLA LEGGE NATURALE

 
Il 17 maggio 1981 gli italiani chiamati al referendum sulla legge 194, quella dell’aborto, espressero a forte maggioranza il parere favorevole alla interruzione volontaria della gravidanza, che è un modo più gentile di dire uccisione di un essere umano.  La costituzione sulla Chiesa e il mondo contemporaneo del concilio Vaticano 2 al n. 51 recita:” la vita una volta concepita, deve essere protetta con la massima cura; l’aborto e l’infanticidio sono delitti abominevoli”.  Giovanni Paolo II ha fatto di queste parole uno slogan ma anche papa Francesco nel 2014 parlando ai rappresentanti del Movimento per la Vita le ha citate testualmente. Poi in molte altre occasioni ha affermato, contro la cultura dello scarto, che il primo scartato è il nascituro.
 
Non ci sono dubbi. Anche qui, oltre all’evidenza del fatto della soppressione della vita umana, vogliamo dire a tutti quale è la fede cristiana che non può risolversi solo nella cura dell’ambiente e in un appello semplicistico alla distribuzione dei beni. Lo diciamo anche per i cattolici della domenica che hanno digerito l’aborto e non lo ritengono più un problema sociale. Tutto viene risolto con i diritti della donna. Lo diciamo per l’episcopato italiano sempre pronto a mediare (vedi legge Zan) e meno attento a questo tema. Anche se non ne ha mai negato la gravità.
 
Se facessimo un altro referendum la sconfitta sarebbe ancor più disastrosa e dimostrerebbe quanto lontani siano anche molti cattolici dalla Verità e dal Pensiero della Chiesa. Come ho detto, l’aborto è stato assimilato perché sempre più abbiamo ceduto in campo educativo. Se educhiamo una persona alla mancanza di responsabilità, ad usare la sessualità per il proprio esclusivo piacere e per le emozioni che provoca, alla rincorsa al successo ad ogni costo, al piacere sfrenato, all’egocentrismo e all’egoismo, a soddisfare ogni desiderio, come tornerà a succedere tra pochi mesi nel periodo di vacanza, è chiaro che di fronte ad una gravidanza non voluta la scelta sarà per l’aborto e il bambino sarà visto come un nemico della propria felicità e realizzazione.
 
Ma a pochi verrà in mente che solo parlando di Croce ed osservanza dei Comandamenti, anche a costo di perdere qualcuno, lavoreremo veramente per la società oltre che per la Vita Eterna.
 
Don Giorgio Bellei
 
 
Questo è un quadro di San Giuseppe, di pittore Modenese del 900', venerato nella nostra Chiesa
Rimarrà esposto fino all'8 Dicembre 2021, perchè papa Francesco ha indetto un anno dedicato al Padre putativo di Gesù per celebrare il 150° anniversario della procalmazione di San Giuseppe patrono della Chiesa Universale. Di lui abbiamo parlato durante la novena di Natale. Riprenderemo il tema durante il mese di Marzo e pubblicheremo anche le indulgenze concesse in questo anno speciale.

Un nuovo umanesimo cioè un modo nuovo di pensare l'uomo.
Ne ha parlato il presidente del consiglio Giuseppe Conte presentandolo come lo scopo del suo governo e 2 settimane dopo ne ha parlato il Papa il 12 settembre 2019 con un video messaggio in cui si dice che "serve un patto educativo globale che ci educhi alla solidarietà universale per un nuovo umanesimo, un alleanza educativa tra gli abitanti della terra e la casa comune alla quale dobbiamo cura e  rispetto. Un'alleanza generatrice di pace giustizia accoglienza tra tutti i popoli".

Ma può esistere per un cristiano un umanesimo nuovo ? cioè un modo di pensare l'uomo diverso da come l'ha pensato Dio creandolo e soprattutto dandogli in Cristo il modello?  L'uomo nuovo è Gesù. Gesù è rivolto a Dio a Lui unito e da Lui dipendente con una dipendenza di amore. Proprio perchè si identifica con Dio, Gesù è capace di solidarietà universale e ci può portare verso quella solidarietà che il Papa auspica come frutto del nuovo umanesimo. Nessun umanesimo, nuovo o vecchio, dunque può esistere, se l'uomo si separa da Dio. L'unico umanesimo possibile per la fede cristiana è quello che prende come modello Gesù Cristo. L'espressione "nuovo umanesimo" è ambigua. Infatti sembra buona, ma se non si specifica che Gesù è il modello a cui l'uomo deve ispirarsi, ci porta fuori strada.

Infatti l'espressione nuovo umanesimo non nasce in ambito ecclesiale. Esso viene dalla massoneria, che vuole rifare il mondo togliendo Dio e mettendo l'uomo al centro dell'universo; spodestando Dio e facendo diventare l'uomo l'arbitro che decide con libertà illimitata del suo bene e del suo male.
Di questo progetto, chiamato nuovo umanesimo, ha parlato nel secolo scorso un filosofo francese ateo Edgar Morin tuttora vivente.  Ne aveva parlato anche, nella seconda metà dell'800 il filosofo ateo e massone Ludwig Feuerbach (1804 1872) in un libro intitolato "Essenza del cristianesimo". Con esso insegnava come distruggere la fede cristiana. Scriveva "l'uomo sarà felice solo quando avrà finalmente ucciso quel cristianesimo che gli impedisce di essere uomo ma non sarà attraverso una persecuzione che si distruggerà il cristianesimo, che semmai la persecuzione lo alimenta e rafforza. Sarà con una irreversibile trasformazione del cristianesimo in umanesimo ateo con l'aiuto degli stessi cristiani guidati da un concetto di carità che nulla avrà a che fare con il Vangelo".

Per questo l'espressione, che sembra innoqua, è in realtà molto pericolosa, perché presuppone una visione in cui non è più Dio al centro, ma al centro c'è l'uomo che vuole vivere prescindendo da Dio.
Le varie leggi contro i principi non negoziabili nel campo della famiglia, della vita, di aiuto al suicidio, ne sono i frutti velenosi.
Meglio per noi usare l'espressione umanesimo cristiano che è l'unico che realizza veramente l'uomo. Se mai vogliamo proprio usare l'altra "nuovo umanesimo" occorre spiegare che tutto dipende da Dio e che l'uomo non può farne a meno.
ATTIVITA' DELLA CARITAS PARROCCHIALE.
RIVOLGERSI IN PARROCCHIA
il Lunedì sera alle ore 19 o telefonare al 335.491615
Il sincretismo religioso, cioè il ritenere che tutte le religioni siano ugualmente vere e buone è il pilastro fondamentale della religione umanitaria cara alla massoneria.
Essa proclama che  l’uomo basta a se stesso, dandogli una sensazione di onnipotenza. E’ lui che decide ciò che è bene e ciò che è male a seconda delle diverse situazioni storiche ed è lui che con le sue azioni virtuose costruisce un mondo rinnovato. E’ lui che con la tecnica allontana i mali e le catastrofi. leggi tutto
V O C A Z I O N I un bel video
Torna ai contenuti